Spazzolini, non sono tutti uguali: se non scegli quello corretto, non serve: le 3 caratteristiche fondamentali

Quali caratteristiche deve avere uno spazzolino da denti per essere ottimo e svolgere al meglio la sua funzione? Ecco i 3 elementi importanti.

L’igiene orale e quindi la profonda ed accurata pulizia dei denti che avviene più volte al giorno è essenziale per mantenerli in buona salute e per una necessaria sensazione di freschezza in bocca. Generalmente si punta più sulla scelta del dentifricio più adeguato per le proprie esigenze, che sia delicato, antitartaro, anticarie, protettivo delle gengive, e si pensa poco allo spazzolino. 

come scegliere lo spazzolino da denti
Le caratteristiche che deve avere un buon spazzolino da denti – testandtell.it

Spesso erroneamente si pensa che gli spazzolini siano tutti uguali, e può capitare che quando si va a comprarne di nuovi per cambiarli la scelta ricada sul prezzo più conveniente e non sulla qualità dello spazzolino. In realtà oltre al dentifricio bisogna prestare attenzione anche al tipo di spazzolino che si usa e puntare su uno che abbia delle caratteristiche importanti affinché svolga egregiamente la sua funzione.

Spazzolini con setole dure o di scarsa qualità, posizionate nel modo sbagliato, possono creare irritazioni alle gengive e non pulire i denti nel modo corretto. Dentisti e igienisti dentali mettono in guardia da un uso poco attento dello spazzolino e spiegano come orientarsi nella scelta di quello giusto tra i vari che si trovano in commercio.

La scelta dello spazzolino da denti: tutto quello che c’è da sapere per comprare il migliore

Si parte dal considerare il manico dello spazzolino da denti. L’impugnatura deve essere comoda ed è bene preferire uno che abbia un design ergonomico. Inoltre è importante che la lunghezza del manico e la grandezza delle setole siano in corrispondenza dell’età della persona, per cui per i bambini bisogna adoperare quelli appositi e specifici per loro.

come scegliere lo spazzolino da denti
Come deve essere un ottimo spazzolino da denti? – testandtell.it

Un ottimo spazzolino da denti deve avere la testina priva di spigoli e quindi arrotondata per non danneggiare accidentalmente le mucose della bocca. Non deve essere molto grande per permettere di arrivare agevolmente anche in fondo, nella zona dei molari e poterli pulire al meglio. Quanto alla durezza delle setole ce ne sono di diverso tipo stabiliti con un’unità di misura che li considera morbide quando sono sotto gli 0,18 mm di diametro e duri se sono sopra gli 0,21 – 0,24 mm.

Le setole devono essere in materiale sintetico, nylon o poliestere, ed è bene che siano morbide e in uno spazzolino di grandezza media. In questo modo non risultano aggressive, rimuovono al meglio la placca e non ledono le gengive.

Lo spazzolino deve essere cambiato spesso, non oltre i 2 mesi di utilizzo e anche prima se le setole risultano rovinate e non bene allineate. Se si opta per lo spazzolino elettrico deve avere una testina tonda, rotante e oscillante ed esercitare una pressione decisa, ma non eccessivamente, sui denti. La forza con cui deve essere usato lo spazzolino, che sia manuale o elettrico, deve essere ferma e pronunciata ma non troppo forte per non irritare le gengive e i denti stessi.

Impostazioni privacy