Trucchi matematici: come creare e a cosa serve il triangolo di Tartaglia

Trucchi matematici infallibili e divertenti, scopri a cosa serve il triangolo di Tartaglia e come puoi applicare questa simpatica formula alla tua vita.

La matematica è da sempre considerata una delle materie più impegnative e difficili da diversi studenti. Per essere bravi in questa materia, è importante imparare prima di tutto da dove venivano gli argomenti e come sono collegati tra loro, è inoltre fondamentale svolgere gli esercizi per cercare di capire come saper risolvere eventuali problemi, ed imparare formule che possano essere utili alla loro risoluzione.

Come creare il Triangolo di Tartaglia
Sai come creare il Triangolo di Tartaglia? – testandtell.it

Potremmo anche definire la matematica come una sorta di linguaggio per esprimere dei concetti spesso astratti, che si serve anche di simboli propri. I simboli matematici sono universali: si tratta infatti di una materia concordata a livello globale, tramite la matematica infatti, vengono poste le sue basi di tutto il mondo scientifico, grazie ai simboli che sono coincisi, c’è la possibilità di risparmiare parecchio tempo. Potremmo definire simboli anche i numeri che sono i principali protagonisti di questa materia.

La matematica, si serve di vari simboli e formule, tendenzialmente sono generiche in quanto si possono applicare a infiniti casi, per questa ragione sono profondamente utili. Queste formule, sono il risultato di un insieme di ragionamenti logici.

Trucchi matematici, scopri il triangolo di Tartaglia

Ogni branca della matematica ha le proprie formule, che permettono l’esecuzione di numerosi esercizi: la difficoltà degli stessi, infatti, consiste proprio nell’individuare la formula corretta. Applicare le formule invece, solitamente è abbastanza semplice. Il triangolo di Tartaglia è chiamato in questo modo, perché deriva proprio da Nicolò Tartaglia, un matematico italiano il quale lo utilizzò per trovare dei coefficienti dell’elevamento a potenza di un binomio, per ottenerne il quadrato.

Come creare il triangolo di Tartaglia
Triangolo di Tartaglia, ecco come crearlo (Foto Instagram @matematicaconlidia)- testandtell.it

Ad esempio, sarà necessario moltiplicare il binomio (a+b), per se stesso, il risultato sarà a2+ 2ab+b2. I numeri precedenti alle lettere, corrispondono alla seconda riga del triangolo. Questo triangolo, viene utilizzato per risolvere i problemi matematici, ed è costituito ponendo alla sommità il numero 1, nella riga successiva, una coppia di 1 e per le righe successive si procede mettendo all’inizio sempre il numero 1, mentre gli altri numeri vengono ottenuti sommando le varie coppie di numeri che li precedono e che li seguono nella riga superiore. In questa maniera, è possibile continuare all’infinito.

Ad esempio se si vuole scoprire, quante sono le strette di mano che possono essere scambiate tra 2, 4 o 10 persone differenti, bisogna andare nella riga due del triangolo e scorrere una delle due diagonali corrispondenti, che saranno uguali. Accanto ai numeri ipotetici si trova il risultato, tra due persone è possibile infatti una sola stretta di mano, tra 4 persone ne sono possibili 6 e così via.

Impostazioni privacy