Sicuri che quello che vi scrivono in chat sia tutto vero? Ci sono i trucchi per capirlo, provaci subito

Come facciamo a capire se qualcuno in chat ci sta dicendo un mucchio di bugie? Ecco i trucchi da mettere in pratica per non farsi ingannare.

Si dice spesso che le bugie hanno le gambe corte oltre che – Pinocchio insegna – il naso lungo che le tradisce aiutandoci a smascherarle. Tutte immagini che ci dicono come il linguaggio del corpo sia fondamentale per smascherare le piccole o grandi bugie con cui tutti abbiamo a che fare, come vittime o come protagonisti.

Trucchi per capire se ci dicono bugie in chat
Come smascherare un potenziale “Pinocchio” che sta chattando con noi raccontandoci un mucchio di frottole? – testandtell.it

Le bugie avranno gambe corte e naso lungo, ma di certo non hanno occhi dalla forma o dalla colorazione particolare. La gelosia, ce lo ha detto Shakespeare, è un mostro dagli occhi verdi. Ma gli occhi della bugia che colore avranno mai? Come fare a individuarla nel mondo “visuale” di WhatsAapp, Messenger, Telegram e tutte le altre app di messaggistica e, in generale, in tutte le forme di comunicazione online?

Dire le bugie in chat è un’operazione piuttosto semplice: le parole che abbiamo digitato non si allungano né si accorciano. Tantomeno cambiano colore. Semplicemente rimangono quelle che sono, senza darci indizi fisici che ci permettano di scoprire se il nostro interlocutore non ce la sta raccontando giusta. Giocoforza dovremo cercare di ricavare da altri segnali gli indizi per comprendere se siamo in presenza di qualcuno che ci sta dicendo frottole.

I trucchi per capire se ci stanno mentendo in chat

Ci sono diversi trucchi, o metodi se vogliamo, per smascherare qualche emulo di Pinocchio che sta tentando di dirci qualche bugia in chat, vediamo quelli che si sono rivelati più efficaci.

Come smascherare i bugiardi in chat
Dietro allo schermo di un pc o di un cellulare è facile mettersi una maschera – testandtell.it

Innanzitutto chi è abituato a mentire in chat spesso cambia argomento. Prendiamolo come una sorta di tentativo depistaggio o di diversivo: raccontare una panzana dietro l’altra non è sempre semplice, perciò il mentitore cerca appena può di deviare l’attenzione su terreni per lui meno scivolosi.

Un altro indizio è il tempo decisamente eccessivo per rispondere a una semplice domanda. Quel fastidiosissimo “X sta scrivendo” può essere un segnale che il nostro interlocutore è semplicemente impegnato. Ma può anche voler dire che sta prendendo tempo per cercare di inventarsi una frottola. E che e dunque ha bisogno, diciamo così, di una “pausa di riflessione” prima di rispondere.

Bugiardi in chat, altri trucchi per smascherarli

Altro segnale che deve far sospettare è la vaghezza nella risposta. I bugiardi non amano dettagliare troppo le loro storie: piuttosto tendono a trattenere le informazioni e a restare sul vago, raccontandoci mezze verità che però in fin dei conti non sono altro che bugie belle e buone.

Altri trucchi per smascherare i bugiardi in chat
Attenzione a chi giura e spergiura troppo sulla propria onestà, sempre cristallina e a prova di bomba… – testandtell.it

Per cercare di essere convincenti poi i bugiardi, come spesso accade, hanno bisogno di enfatizzare la loro onestà e sincerità. Per cui tenderanno a farcire le loro risposte di espressioni tipo “credimi”, “fidati”, “ad essere onesti”, “per dirti la verità”, ecc. La regola aurea, valida un po’ per tutte le cose, è che chi fa non dice. Una persona veramente sincera non ha bisogno di ostentare ogni tre per due la sua sincerità. Le bastano i fatti. Chi ripete troppo spesso di essere onesto e giura di non mentire mai con ogni probabilità ha qualcosa da nascondere.

Infine i bugiardi seriali sono complimentosi. In sostanza cercano di adularci per conquistarsi la nostra benevolenza. L’adulazione non è altro che una tecnica di manipolazione usata dai bugiardi per mantenere il controllo della conversazione e indirizzarla dove vogliono loro. E spesso è un metodo di successo dato che, come diceva lo scrittore Gustave Thibon, ogni uomo è Narciso. A tutti piace sentirsi gratificati e riempiti di complimenti. Ma mai come in questo caso il troppo stroppia. Complimenti palesemente superflui e esagerati devono far scattare il campanello d’allarme.

Impostazioni privacy