Tradire è una dipendenza: la rivelazione che nessuno si aspettava e come guarire

Alle origini del tradimento: cosa si nasconde dietro a un fenomeno così diffuso e radicato? Sarebbe tutta una questione di dipendenza.

Può l’amore, se vero amore, andare oltre il tradimento perché ciò che conta è l’indissolubilità dell’anima e non la caducità dei corpi? In altre parole, si può ancora amare la stessa persona con la stessa forza e volontà malgrado il tradimento? Non è assolutamente una domanda semplice a cui rispondere ogni persona coinvolta in una situazione, che resta comunque a priori spiacevole, reagisce a modo suo.

Perché si tradisce
Cosa provoca il tradimento? – Testandtell.it

Se c’è chi, infatti, non sa come andare avanti perché è crollato uno dei pilastri fondamentali dell’amore, la fiducia che è alla base di ogni relazione sana, stabile e duratura, c’è invece chi sa riscoprire l’amore sotto una nuova forma, magari più dura, rude e ruvida, ma pur sempre amore resta e come tale va rispettato e preservato.

Ma cosa genera il tradimento e perché, nonostante l’amore, sembra a tratti quasi impossibile non tradire? Il problema sarebbe proprio nella struttura stessa di una relazione. Questa infatti se non compresa, razionalizzata e interiorizzata fino a fondo può portare ai tradimenti che in questa ottica potremmo definire come una conseguenza diretta e naturale dello stesso amore.

Cosa spinge una persona a tradire il proprio partner?

Come si legge in un articolo del quotidiano inglese ‘Daily Star‘, la coach britannica per il recupero delle relazioni Race Davies è convinta che anche la relazione più sana possa creare una sorta di dipendenza. Il tradimento da parte delle persone infedeli sarebbe in tale ottica una “forma di evasione” o “pillola del dolore” rispetto alla quotidianità. E sostiene tale teoria perché lei per prima ha avuto una relazione extraconiugale di sei mesi grazie alla quale però è riuscita a recuperare il rapporto con suo marito.

Perché si tradisce
Il tradimento rappresenta una via di fuga – Testandtell.it

Ho scoperto molte verità che prima non conoscevo“, ha spiegato Race Davies. “Molte relazioni sono identiche, anche se le storie possono iniziare in modo diverso. Seguono tutti schemi molto simili e finiamo per mentire a noi stessi“. Il tradimento quindi sarebbe un antidolorifico per superare le difficoltà e dare un nuovo colore alla propria esistenza. Il lavoro, una malattia o ancora una morte improvvisa di una persona cara, infatti, possono trascinare la persona che tradisce in un vortice di emozioni difficile da spezzare.

I tradimenti creano dipendenza e c’è un motivo per cui, quando una persona viene coinvolta e fa queste scelte, è difficile uscirne“, ha aggiunto ancora la coach cercando di fornire una nuova chiave di lettura interessante rispetto a un fenomeno che riguarda quasi tutte le persone. “Si crea una dipendenza chimica: il cervello subisce dei picchi di dopamina che lo rendono dipendente da questa persona”.

Impostazioni privacy